Fare Trading: Tutto Quello Che Devi Sapere Prima Di Iniziare

da

L’espressione trading online è di origine inglese e significa “negoziazione digitalizzata”: nello specifico, dunque, non è altro che la compravendita telematica di titoli finanziari.

Il servizio è sostanzialmente prestato da società di investimento autorizzate dagli enti di vigilanza (la Consob in Italia) e si traduce nel fornire ai privati una piattaforma che, attraverso la connessione ad internet, permette di acquistare e vendere i titoli in poche frazioni di secondo.

Queste società sono chiamate in gergo “broker online“, i quali si pongono nella posizione di intermediari digitali. Tramite le piattaforme messe a disposizione, quindi, chiunque può scambiare strumenti finanziari, riuscendo ad ottenere così (investendo con metodo, coscienza e conoscenza) significativi benefici e grandi soddisfazioni dal punto di vista economico.

Di seguito vedremo nel dettaglio:

  • Come funziona il trading
  • Come fare trading online
  • Da dove iniziare per imparare le basi e i “must” da conoscere
  • Un primo approccio alla pratica e l’utilità del conto demo

COME FUNZIONA IL TRADING

Il trading rappresenta un’attività dove il guadagno si ottiene vendendo un asset (comprato in precedenza) ad un prezzo maggiore di quello di acquisto. L’operazione più classica ed intuitiva consiste nell’acquistare una certa quantità di titoli per poi rivenderli una volta che il prezzo sarà salito: in tal caso, parliamo di operazioni “long”.

Viceversa, è possibile aprire una posizione vendendo un asset (pur non possedendolo) e, al contempo, assumendosi l’impegno di ricomprarlo successivamente: l’operazione viene definita “vendita allo scoperto” (“short selling”, o anche solamente “short”) e permette di guadagnare quando la quotazione del titolo diminuisce.

In poche parole, nel trading si aprono posizioni sui mercati, rialziste o ribassiste, che porteranno a dei profitti (o a delle perdite) in base all’eventualità che le nostre aspettative sulla direzione del prezzo si rivelino corrette (o meno).

Fino all’avvento di internet e della digitalizzazione la possibilità di interagire con i mercati finanziari, e dunque di scambiare un asset, era vincolata all’intermediazione del broker professionista (come forse avrete visto in qualche film su Wall Street): bisognava contattarlo e dettargli gli ordini di una determinata transazione.

vecchio broker fare trading

Inoltre, i mezzi a disposizione per restare informati sulle prospettive di crescita e la solvibilità delle aziende quotate erano limitati. Come conseguenza, il “potere” (derivante dall’asimmetria informativa tra il pubblico e i professionisti del settore) dei broker di influenzare le scelte degli investitori era nettamente maggiore.

Sostanzialmente, le decisioni erano incentrate molto sulla fiducia nell’operatore a cui ci si rivolgeva.

FARE TRADING ONLINE

L’avvento di internet ha fatto sì che le informazioni riguardanti le società quotate fossero alla portata di ogni trader: bilanci, business plan, investor propositions, verbali delle assemblee dei soci, etc. La nascita dei broker online e la digitalizzazione delle Borse hanno completato il quadro.

La rivoluzione telematica ha messo nelle mani dei privati la possibilità di accedere ai mercati in modo più diretto e con un grado soddisfacente di informazioni, in modo tale da permettere a tutti di valutare i trade autonomamente.

» Cliccate su “Trading Online Testimonianze” per scoprire cosa ci hanno svelato i nostri utenti «

fare trading

Ad essere precisi, come suggerisce il nome, anche il broker online svolge le medesime funzioni di intermediazione e brokeraggio accennate in precedenza, ma la comunicazione e l’esecuzione degli ordini di compravendita sono immediate ed attuate comodamente da smartphone e pc personali degli investitori.

I vantaggi di operare online sono evidenti:

  • Maggiore accessibilità al mercato
  • Maggiore disponibilità di informazioni
  • Autonomia nell’operatività: dallo stock picking (selezione del titolo) al timing dell’operazione (quando aprire e chiudere un trade)
  • Superiore trasparenza delle negoziazioni
  • Maggiore rapidità delle transazioni
  • Costi minori: la semplicità della procedura online va di pari passo con commissioni minori per il servizio offerto. Inoltre, la concorrenza tra le varie piattaforme di trading online, incluse quelle fornite dalle banche, ha scaturito una gara a ribasso per abbattere i costi richiesti per scambiare titoli

» Si può guadagnare con il trading online? Quanto guadagna un trader? «

IMPARARE A FARE TRADING

Al fine di operare profittevolmente e, quindi, di rendere il trading un’opportunità di guadagno reale, occorre in primo luogo essere disposti ad imparare ad investire.

Risulta pertanto utile analizzare le impostazioni teoriche fondamentali e i rischi principali che tale attività comporta. Partiamo da quest’ultimi.

RISCHI

  • RISCHI CONNESSI AL BROKER: sono i rischi relativi alla piattaforma che si sceglie per operare sui mercati. I broker che lavorano nel settore sono tanti, ma non tutti sono degni di fiducia. Può capitare che la piattaforma selezionata sia poco sicura o disonesta, o, ancora, che sia tecnicamente inappropriata. È evidente, dunque, che la scelta del broker sia di cruciale importanza quando si decide di investire online
    » Scoprite quali sono le migliori piattaforme per il trading online e come evitare le truffe in “Trading Online Truffe” «

  • RISCHI LEGATI ALLA PSICOLOGIA DEL TRADER: un secondo aspetto da tenere in considerazione è quello psicologico. Al fine di mitigare il peso emotivo del trading, occorre avere sempre le idee chiare ponendosi precisi obiettivi, target e regole. Ciò si traduce nel costruire una strategia non solo di investimento, ma anche di “approccio al mercato”. Suggeriamo di non farsi prendere dal panico (cercate di eliminare l’emotività dal vostro processo decisionale) e di pianificare i punti di uscita (Take Profit e Stop Loss) di un’operazione

 

  • RISCHI DI MERCATO: a differenza delle precedenti componenti di rischio, l’imprevedibilità dei listini finanziari non può essere né eccessivamente controllata né evitata. Il rischio di mercato rappresenta l’incertezza che domina il mercato (altrimenti saremmo tutti ricchi), ma anche un’incredibile opportunità di guadagno. In altri termini, è la causa del peso emotivo del trading, nonché l’origine della sua remuneratività. Il fatto che i prezzi degli strumenti finanziari oscillino in modo continuato nel tempo (per via della domanda-offerta degli stessi: un’alta domanda implica che molti investitori vogliono comprare l’asset, facendone aumentare il prezzo; viceversa, una domanda in diminuzione farà scendere la quotazione del titolo) garantisce di fatto una perpetua possibilità di profitto

STRUMENTI E STRATEGIE

Dopo aver acquisito consapevolezza dei principali rischi del trading, è necessario avere un’idea delle correnti di pensiero alla base di tale attività. Solo la conoscenza vi permetterà di comprendere come ragiona il mercato, ma non spaventatevi, poiché non serve essere degli accademici per iniziare ad investire. Il segreto è apprendere poche nozioni cruciali e saperle applicare correttamente.

  • ANALISI FONDAMENTALE: l’analisi fondamentale si occupa di stabilire il prezzo “fair” di un titolo alla luce delle caratteristiche economico-finanziarie della società che lo emette. Per le azioni (ossia titoli emessi dalle aziende che rappresentano il capitale di rischio della società), principalmente, si valuta la solidità patrimoniale e la redditività della compagnia, facendo in primo luogo riferimento ai bilanci e tenendo in considerazione le prospettive di crescita, l’aspetto tecnologico e il bene/servizio prodotto, oltre alla competitività del/dei settori in cui opera, la struttura dirigenziale, il know-how e il capitale umano. In tal modo, si cerca di determinare il valore intrinseco della compagnia e, indirettamente, del prezzo della singola azione. L’analisi studia, dunque, tutti gli eventi micro e macroeconomici che hanno o possono avere un qualche impatto sull’azienda presa in esame
    » Trovate maggiori informazioni nel nostro articolo “Investire in Azioni” « 

  • ANALISI TECNICA: l’analisi tecnica si occupa di esaminare l’andamento nel tempo dei prezzi al fine di prevederne la direzione futura, utilizzando metodi grafici e statistici. L’idea sottostante è che sia possibile stimare il trend futuro di una quotazione studiandone il comportamento passato, poiché le scelte di investimento degli operatori (e pertanto i loro comportamenti) tendono a ripetersi nei mercati e a divenire più “facilmente” ipotizzabili e prevedibili. Sebbene, in teoria, l’analisi tecnica sia sempre stata considerata una “scuola” di pensiero diversa e in opposizione alla fondamentale, riteniamo che una combinazione di entrambe possa dare un valore aggiunto alla vostra operatività. Infatti, pur non consigliando di investire in società che non comprendete o conoscete, l’andamento delle quotazioni è soggetto ad una variabilità che l’analisi tecnica può in parte prevedere. Si può affermare che l’analisi fondamentale sia in grado di assistervi nella selezione dei titoli su cui puntare (stock picking), mentre la tecnica può ottimizzare il prezzo al quale viene aperta la posizione (timing)

analisi tenica fare trading

COME FARE TRADING ONLINE DA CASA

Come già anticipato, la prima scelta importante da compiere è la selezione del broker online con cui operare in Borsa. Ogni piattaforma ha i suoi punti di forza, ma ricordatevi di optare unicamente per società serie, trasparenti, affidabili e dotate delle dovute licenze per lavorare legalmente (es. CySEC).

Quindi, un ottimo punto di partenza è prendere in considerazione solo le piattaforme certificate ufficialmente e supervisionate dalle autorità di vigilanza: una volta appurato ciò, potrete esaminare anche altri fattori come il livello delle commissioni, i costi dei prelievi, la semplicità d’uso della piattaforma, la qualità e quantità degli asset negoziabili e così via.

Noi di BrokerAffidabili abbiamo analizzato, provato e comparato per voi i migliori broker online in assoluto. Come risultato, la nostra personale classifica vede, nel seguente ordine:

  • OBRinvest: rappresenta, secondo noi, la vera opportunità del momento. Il broker ha semplificato al massimo i servizi della piattaforma, i quali risultano minimali e di facile utilizzo. Il numero di asset scambiabili è inferiore a quello di altri competitor, il che potrebbe a prima vista sembrare un difetto. Tuttavia, un’offerta di titoli mirata è ottimale soprattutto per i trader inesperti, che sarebbero altrimenti travolti da un’infinità di operazioni possibili. State però tranquilli, in quanto troverete senza problemi tutti gli asset più famosi e comunemente negoziati sui mercati. Il vero punto di forza del broker è, ad ogni modo, la cura dell’utenza: una volta registrati avrete a vostra disposizione, a titolo assolutamente gratuito, la consulenza telefonica di un account manager, ovvero un professionista appositamente formato per assistervi (iscrivendovi alla piattaforma con questo link vi garantiamo che interagirete soltanto con i top manager del broker), webinar periodici, ossia vere lezioni di investimento, e segnali di trading forniti da Trading Central, una società specializzata nel settore dal 1999
    » Cosa dicono le opinioni su OBRinvest? «
obr piattaforma trading
  • Plus500: è una società di investimento quotata in Borsa al London Stock Exchange che fa della sicurezza, serietà e competenza i suoi fiori all’occhiello. La piattaforma consente di scambiare più di 2.000 asset tra azioni, cripto, valute, indici, opzioni, ETF e materie prime tramite CFD, ovvero uno strumento derivato che permette di usufruire della leva finanziaria (moltiplicatore delle performance d’investimento).
    Inoltre, la piattaforma risulta essere la migliore per l’implementazione dell’analisi tecnica grazie agli ottimi grafici interattivi
    » Per tutti i dettagli e le caratteristiche del broker, ecco la recensione completa di Plus500 «

piattaforma plus500

Il 76,4% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuta se puoi permetterti di correre il rischio di perdere il tuo denaro.

  • eToro: è un’altra solida realtà del trading online. Il numero di asset scambiabili è soddisfacente, mentre la qualità è altissima. Anche eToro opera per lo più con i CFD, ma per alcune asset class come le azioni è possibile comprare il titolo vero e proprio. Tuttavia, è il social trading ad essere il vero punto di forza del broker, ossia l’opportunità di interagire attivamente con la community e di replicare le strategie di investimento dei migliori trader presenti sulla piattaforma
    » Per tutti i dettagli e le caratteristiche del broker, ecco la recensione competa di eToro «

piattaforma etoro

Il 71% degli account degli investitori retail presso questo provider perde denaro con il trading di CFD. Dovresti dunque valutare se puoi permetterti di assumere il rischio di perdere i tuoi soldi.

COME SI FA TRADING: DALLA TEORIA ALLA PRATICA

Una volta preso confidenza con l’aspetto teorico del mondo del trading e dei mercati finanziari in generale, occorre comunque fare pratica.

Il conto demo funge proprio da campo d’addestramento per i primi periodi di operatività: oltre a permettervi di impratichirvi con la piattaforma scelta, vi consentirà di sperimentare e testare le strategie di investimento delineate.

Ogni piattaforma che si rispetti mette a disposizione un certo quantitativo di moneta virtuale (OBRinvest ed eToro: 100.000€; Plus500: 40.000€; i broker rigenerano il conto automaticamente qualora doveste esaurirne il saldo), ossia finta, con cui operare.

I trade saranno solo una simulazione, che, in quanto tale, non porteranno veri guadagni e perdite.

Gli account demo di OBRinvest, Plus500 ed eToro sono:

  • Gratis
  • Senza scadenza
  • Senza rischi
  • Senza obblighi: non sarete costretti ad aprire un conto vero e proprio

Quando e solo se vi sentirete pronti e confidenti con il mercato, potrete poi pensare di effettuare il primo deposito minimo ed iniziare a fare trading sul serio.

FARE TRADING ONLINE: CONLCUSIONI

In conclusione, il trading è una forma di investimento e va considerato come tale.

Tuttavia, l’errata concezione del trading, specialmente online, come gioco d’azzardo è ancora forte in Italia. Il nostro team lavora per combattere il pregiudizio tutto italico nei confronti del futuro e delle tecnologie. Perciò, insistiamo con il dire che con competenza, conoscenza e serietà è possibile integrare il proprio reddito/salario con proventi finanziari.

Se vi affacciate per la prima volta sulle Borse raccomandiamo di cominciare creando un conto demo, così da poter testare i servizi del broker online e le vostre idee di investimento.

Non ci resta che augurarvi buon trading!

NOTE SULL’AUTORE

LEONARDO LEONCINI

Laureato in Finance and Risk Management presso l’Università degli Studi di Firenze-110 cum laude

Tesi in “Theory and Practice of the Entropy Pooling Approach in portfolio optimization”

Tutor di Matematica e Statistica

Freelance Trader

Jr financial and market analyst presso Reliable Energy Advisors

5 + 14 =

DISCLAIMER: il trading comporta rischi: puoi perdere il capitale investito. Dovresti iniziare a fare trading solo se sei consapevole dei rischi. Brokeraffidabili.it non fornisce consigli finanziari: ti aiutiamo solo a trovare il broker più adatto alle tue esigenze. I nostri articoli sono da intendersi solamente a scopo informativo, per cui, tutti i collaboratori di Brokeraffidabili.it non si assumono alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali.

obrinvest logo

Ti interessa imparare a fare trading aprendo un conto demo gratuito con OBRinvest?

Basta cliccare qui ↓